The Monuments Men

In tempo di guerra, quando i pensieri degli uomini dei Paesi in conflitto sono protesi alle battaglie da vincere, all’odio, al sangue e alla morte, può apparire assurdo che i […]

In tempo di guerra, quando i pensieri degli uomini dei Paesi in conflitto sono protesi alle battaglie da vincere, all’odio, al sangue e alla morte, può apparire assurdo che i comandanti degli schieramenti avversari si preoccupino della cultura e delle belle arti. Durante la seconda guerra mondiale vi furono uomini con il solo compito di impedire che il patrimonio culturale mondiale finisse a brandelli nella devastazione bellica. L’Italia fu la prima a conoscere quegli uomini, la cui missione era prendersi cura del patrimonio culturale e artistico in tempo di guerra. “Capitano Deane Keller, ufficiale della Monumenti”.

Gli alunni della classe IIIA S.S.I, giorno 8 maggio alle ore 17,30, in un incontro aperto al pubblico, presenteranno attraverso un’introduzione storica, Role Play ed esposizione artistica i Monuments Men, 350 uomini e donne che misero a repentaglio la propria vita per salvare la nostra civiltà durante la seconda guerra mondiale.
I Monuments Men, prestarono servizio dal 1943 al 1951 nella MFAA (Monuments, Fine Arts and Archives, la sezione belle arti e archivi dell’esercito anglo-americano), riuscirono ad impedire alle armate di Hitler di depredare capolavori di Michelangelo, Donatello, Caravaggio, Botticelli, ecc.

Inoltre,  i ragazzi sono molto emozionati perchè avranno la possibilità di intervistare via Skype Robert Edsel autore del libro “The Monuments Men” che ha ispirato l’omonimo film con George Clooney!
Il progetto, che ha visto coinvolta la classe terza della S.S. I grado è coordinato dai docenti Stefania Fréjaville, Francesco Vino, Valentina Matone e Maria Pina Fiorella.
#monumentsmen #istitutomarcellinefoggia #scuolasecondariadiprimogrado #alunni #capolavori #patrimonioculturaleartistico #secondaguerramondiale #foggia #nonchiamatelasoloscuola