Legge di Bilancio 2017: tutti i bonus per la famiglia

Il Bonus mamma domani è il premio per le nascite introdotto con la Legge di Bilancio dello scorso anno e confermato con la manovra finanziaria del 2018. Si tratta di […]

Il Bonus mamma domani è il premio per le nascite introdotto con la Legge di Bilancio dello scorso anno e confermato con la manovra finanziaria del 2018.
Si tratta di un assegno di 800€ riconosciuto alle donne incinte, ma dopo il 7° mese di gravidanza, indipendentemente dal reddito ISEE. Un importante aiuto economico per le famiglie che si preparano ad accogliere un figlio (anche tramite adozione), così come il Bonus Nido e il Bonus Bebè, entrambi confermati con la Legge di Bilancio 2018.

————————————————————————————————————-

Il Bonus Nido – il rimborso sulle spese sostenute per l’iscrizione ai nidi pubblici e privati – è stato confermato anche per il 2018. Con la Legge di Bilancio 2018 infatti sono state stanziate le risorse per la riconferma di uno dei contributi per le famiglie introdotti lo scorso anno. La domanda per richiedere il Bonus Asilo Nido va inviata tramite il servizio telematico dell’INPS, attivo dalle ore 10:00 di lunedì 29 gennaio 2018. Lo stesso vale per il “contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione” riservato alle famiglie dove ci sono bambini affetti da gravi patologie croniche che non possono frequentare l’asilo nido.

————————————————————————————————————-

Bonus Bebè 2018 – si può richiedere il contributo economico riconosciuto dall’INPS per ogni figlio nato, adottato, o in affidamento preadottivo, tra il 1° gennaio 2018 e il 31 dicembre 2018.
Lo ha comunicato l’INPS attraverso la sua pagina Facebook dedicata alle famiglie; finalmente chi quest’anno è diventato genitore – e soddisfa determinati requisiti – può fare richiesta del Bonus Bebè secondo le modalità che vi indicheremo di seguito.
Come noto, il Bonus Bebè è l’assegno di natalità destinato ai nuclei familiari per ogni nuova nascita confermato anche per il 2018 ma con alcune novità.
Con la Legge di Bilancio 2018, infatti, sono state stanziate le risorse per confermare il Bonus Bebè, ma solo in misura parziale: quindi rispetto agli anni passati il contributo non sarà versato fino al compimento del 3° anno di età del figlio, ma solo per il 1° anno.